SYSTERM ha iniziato la sua attività nel 1992 nel settore idrotermico con la distribuzione in esclusiva del tubo multistrato WELCO-Flex e WELCO-Teck, del tubo in polietilene reticolato WELCO-Pex (tubi prodotti dalla società tedesca Hewing) e con la produzione della relativa raccorderia in ottone.

Prima azienda in Italia a produrre la raccorderia WOPREX a pressare (1994) per il tubo multistrato, ottiene poi, nel 1997, la prestigiosa certificazione dall’Ente tedesco DVGW (Deutsher Varien des Gas-und Wasserfaches e V.), completa quindi la distribuzione del tubo multistrato con una vasta e completa gamma di raccordi e con tutti gli accessori necessari alla distribuzione impiantistica. Nel 1999  l’azienda ha effettuato importanti investimenti per consentire un significativo  ampliamento della linea di riscaldamento a pannelli radianti.

Oltre al classico sistema a pavimento che utilizza pannelli isolanti in EPS di diversi spessori, sul catalogo Systerm trovano spazio anche i sistemi di riscaldamento a parete realizzati con i moduli SYSTERM-WALL ed SY 18 un innovativo sistema di riscaldamento a secco.

Con i suoi soli 18 mm di spessore il sistema SY 18 rappresenta una valida scelta progettuale nelle ristrutturazioni o nei casi dove non si dispone dei classici 8 cm per l’inserimento di un impianto di riscaldamento a pannelli radianti tradizionale.

 Nel 2007 viene presentato WELCO-Dual un collettore complanare in ottone per impianti sanitari brevettato e disponibile in diverse configurazioni per  potersi adeguarsi ad ogni situazione impiantistica.

 Nel 2009 Systerm ottiene l'omologazione del tubo WELCO-Gas e dei raccordi WOPREXGas per l'utilizzo negli impianti a gas per uso domestico e nello stesso periodo presenta WELCO-Meter, una completa linea di sistemi di regolazione e contabilizzazione dell'energia per impianti centralizzati.

Dal 2011 Systerm amplia la propria linea di collettori presentando Mammuth TopDown, gruppi di rilancio compatti appositamente studiati per poter esser facilmente installati nel locale tecnico.Grazie alla loro estrema modularità è possibile configurare le derivazione dei gruppi Mammuth TopDown con rilancio diretto, rilancio a punto fisso o rilancio miscelato.